News

Quale destino per gli ex uffici municipali di Via Acqua Bullicante?

Gli ex uffici del municipio in Via Acqua Bullicante andranno al Vannini oppure si può sperare in qualcosa di meglio?

Andiamo subito al cuore del problema, senza preamboli.
È praticamente concluso “l’esodo” degli uffici municipali collocati in Via Acqua Bullicante. Fra poche settimane si libererà uno spazio enorme: 4 piani (compreso quello al piano terra), più una grande area esterna in cui si trova un’ulteriore struttura coperta.

Il tempo passa e si fanno sempre più insistenti le voci che vogliono questo spazio pubblico (e quindi di tutti e tutte) già consegnato all’Ospedale Vannini.
Non sappiamo se queste voci siano vere oppure no, ma sicuramente ci preoccupa l’assenza non solo di una progettualità pregressa, ma anche di dialogo con il territorio per elaborare una proposta che colmi il vuoto di programmazione culturale e sociale del quartiere.

Per questo motivo chiediamo che il Presidente del Municipio 5 e gli assessori competenti ci illustrino i progetti in essere su questo spazio e, se non ci sono, si rendano disponibili ad aprire un tavolo per raccogliere idee, progetti e bisogni. Ma, prima di tutto, chiediamo che l’Istituzione dia un chiaro indirizzo di destinazione d’uso al bene: pubblico e a vocazione culturale e sociale. Perché crediamo che questa sia una priorità del quartiere: uno spazio polifunzionale, ubicato in posizione centrale, che risponda ad esigenze di aggregazione e condivisione.

La nostra attenzione ad una destinazione d’uso sociale e culturale non è richiesta astratta dunque, ma figlia di esigenze precise, di assenze ormai storiche, di un vuoto contro cui ogni giorno combattono le tante realtà del territorio che animano questo quartiere. Ad esempio sono anni che aspettiamo una biblioteca. Un paio di anni fa si parlava di aprirla presso l’ex aula consiliare di Piazza della Marranella, ma poi tutto tramontò. E da allora, il nulla.

Ora che si appresta a diventare disponibile questo enorme spazio (ricordiamo) pubblico, ci domandiamo se non valga la pena ragionare in modo sistemico. Mettendo insieme l’ex aula consiliare e l’ex plesso municipale si potrebbe creare un sistema culturale integrato, aperto a tutte le generazioni, le culture, le esperienze di ricerca, fruizione e sperimentazione che in questo territorio stentano a trovare spazio.
Questa è solo un’idea. Le tante realtà sociali e culturali del territorio sono pronte a dare il proprio contributo. Ma capiamo prima di tutto se stiamo parlando di qualcosa di progettabile oppure di qualcosa su cui già c’è un progetto.

Ci aspettiamo quindi, quanto prima, che vengano fugati in modo netto i dubbi sul presunto passaggio del plesso municipale di Via Acqua Bullicante all’ospedale Vannini. Se queste rassicurazioni non dovessero arrivare, sarà sicuramente avviata una seria mobilitazione, perché questo quartiere si è stancato di essere privato in maniera sistematica di spazi, servizi, progetti, mentre altrove si investono milioni, risorse e competenze.

Firmato
Comitato di Quartiere Tor Pignattara
Associazione per l’Ecomuseo Casilino
Karawanfest
Altramente Scuola per tutti
Cemea del Mezzogiorno
Alice nel Paese della Marranella
L’Alveare
Città delle Mamme
Asinitas OnLus
Comitato Genitori Deledda-Pavoni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...