Collocata all’incrocio fra Via Casilina e Via Laparelli la piazza, come le altre appena analizzate, è diventata un parcheggio con una decina di posti regolari e altrettanti tollerati. La piazza si colloca in un area densamente abitata con accesso molto limitato e distante a piazze, parchi ed altri luoghi di socializzazione. L’assetto attuale fra l’altro facilità lo spaccio e il consumo di droga che nell’area sono particolarmente diffusi.

L’intervento in sintesi

L’intervento proposto prevede la semplice installazione lungo il perimetro di ingresso della piazza di paraperdonali o di fioriere. In tal modo lo spazio viene negato alle auto e offerto alla libera fruizione.

Sarebbe opportuno riportare in quota al marciapiede l’area attualmente carrabile, in modo da creare uno spazio rialzato continguo.

Deve essere previsto in prima istanza anche un’intervento di installazione almeno di  tre cestini.

In questo modo l’intera superficie della piazza diventa fruibile e l’accorta disposizione delle “barriere” consente il totale recupero dei posteggi.

La piazza così realizzata è contigua al mercato che si tiene quotidianamente sul marciapiede di via Casilina e si prolunga su via Tor Pignattara. Una situazione che causa notevoli disagi alla circolazione e ai pedoni [aggiornamento 2020: e aumenta i rischi legati al Covid-19).

Con una configurazione come quella prevista la piazza potrebbe accogliere tutti i banchi attualmente disposti su Via Casilina eliminando il disagio che viene lamentano quotidianamente dai residenti.

Scheda di riqualificazione della piazza Michele Sanmicheli
Scheda di riqualificazione della piazza

Costo dell’intervento

L’intervento ha un costo molto basso in quanto comporta la sola installazione di parapedonali e/o fioriere e l’installazione dei cestini e di qualche panchina.

Manutenzione

La manutenzione di complessità medio bassa in quanto gli unici interventi necessari sono lo spazzamento e il cambio dei cestini.

Attività possibili

Oltre allo stallo mercatale, uno spazio così configurato è adeguato ad ospitare qualsiasi tipo di evento: mercatini, fieri, eventi performativi, eventi ludici, feste varie.

Effetti sul traffico e posteggio

Moderati, in quanto attualmente ospita circa 24 stalli regolari e 10 tollerati. Con questa riformulazione gli stalli disponibili sarebbero fra i 10 e i 14 (a seconda della civiltà di parcheggio). Un “pegno da pagare” in termini di disagio a fronte della piena fruizione di un ampio spazio condiviso.

Approccio metodologico

Suggeriamo di eseguire prima l’attività a basso impatto economico (perimetrazione dell’area con fioriere o altra struttura rimovibile), testare per un mese la nuova configurazione e poi offrire ai cittadini la possibilità di valutare la bontà dell’operazione per poi procedere all’esecuzione dei lavori più complessi.

Gli altri progetti sulle “Piazze di Quartiere”